PIANO EDITORIALE O CALENDARIO EDITORIALE?

piano editoriale e calendario editoriale che differenze ci sono

Spesso si parla di piano editoriale e calendario editoriale come se fossero due termini equivalenti, intercambiabili: ma le differenze ci sono!

Qui parleremo di cos’è un piano editoriale e di come creare un calendario editoriale, con tanti spunti per il mese di novembre

PIANO EDITORIALE: COS'È E COME SI USA

Il piano editoriale è il documento che stabilisce le linee guida della comunicazione aziendale online.

Possiamo immaginarlo come una guida per tenere sempre sotto controllo che le direttive del piano di marketing siano rispettate anche nei canali digitali.

Il piano editoriale elenca le caratteristiche della comunicazione online e gli strumenti a disposizione, nonché i canali attraverso cui la comunicazione verrà pubblicata.

Il piano editoriale partirà dagli obiettivi di un’azienda, vediamo un esempio.

Abbiamo un’azienda che vuole inaugurare un salone di estetica avanzata in città e vuole farsi conoscere in breve tempo.

Essendo una realtà locale non utilizzerà media nazionali ma punterà sulla geolocalizzazione, sulla sfida ai concorrenti già presenti e sul catturare l’interesse del pubblico. Il marketing mix conterà su azioni locali (eventi, cartellonistica, insegna, pubblicità cittadina con volantini) e online (sito web e social).

Qui entra in gioco il piano editoriale.

Abbiamo deciso che il salone aprirà fra tre mesi, abbiamo tempo per preparare un clima di attesa e curiosità.

All’apertura andremo a spingere con le promozioni e poi si continuerà con fidelizzazione e pubblicità.

Il piano editoriale ci dice come usare i canali online e quali contenuti proporre con quale frequenza.

come si fa un piano editoriale

SITO WEB – Il sito ad esempio avrà un blog con informazioni interessanti sulle nuove tecniche di estetica avanzata, i risultati che si possono ottenere, ampi focus sul prima e dopo e testimonianze sulla qualità dei prodotti e macchinari che saranno presenti nel salone. Stagionalmente prevederà delle pillole di bellezza (ad esempio “i consigli per l’estate”) e periodicamente promuoverà i social media dell’azienda. Il tone of voice è cordiale e professionale, vuole comunicare qualità, raffinatezza e affidabilità.

SOCIAL – I social sono due: Facebook e Instagram. Facebook sarà utilizzato per le comunicazioni più dinamiche: battage pre apertura, promo di apertura, fidelizzazione. Il tone of voice si manterrà sobrio ma con contenuti più avvincenti ed incalzanti.
Instagram decidiamo di utilizzarlo come vetrina più elegante e slegata dal tempo, per dare autorevolezza ai prodotti e servizi del salone, ricorrendo a testimonial e influencer con cadenza mensile. Tone of voice sobrio e improntato all’esaltazione dei benefici dei trattamenti, al poter “toccare e vedere” i risultati.

Ecco, questo è il piano editoriale. Ci dice in linea di massima che differenze ci saranno nei nostri canali di comunicazione online e quali risorse utilizzeremo con che tempistiche. E il calendario editoriale allora cos’è?

CALENDARIO EDITORIALE: COS'È E COME SI USA

Il calendario editoriale va proprio a pianificare i singoli contenuti da pubblicare, assicurandosi che stiano nelle tempistiche, rispettino la frequenza di pubblicazione, la tipologia di argomenti selezionati per i diversi canali ed il tone of voice scelto per i diversi canali. Visto come abbiamo impostato il piano editoriale del nostro salone di estetica avanzata, vediamo come possiamo creare un calendario editoriale.

SITO WEB – NOVEMBRE 2023
Il primo giorno del mese pubblichiamo la rubrica con i 5 consigli di stagione
1 novembre: 5 consigli per un novembre detox
Ogni 15 giorni pubblichiamo un approfondimento su uno dei prodotti/macchinari/trattamenti all’avanguardia del salone.

5 novembre: epilazione definitiva
20 novembre: trattamento anticellulite

INSTAGRAM – NOVEMBRE 2023

A lunedì alterni: un focus su un aspetto importante della bellezza/focus su un prodotto o un macchinario del salone:

6 novembre scegliere il look in base alle proprie forme
13 novembre macchinario anticellulite spiegato dall’influencer (Sara R.)
20 novembre l’importanza della postura
27 novembre lozione illuminante spiegata dalla farmacista testimonial (Carla V.)

FACEBOOK – NOVEMBRE 2023

Ogni lunedì: riprendere e rilanciare il post di Instagram
Primo giorno del mese: rilanciare la rubrica del sito
5 e 20 novembre: rilanciare i due post sui trattamenti pubblicati nel sito

Ogni primo venerdì: proporre il sondaggio
Venerdì centrali: attesa per l’apertura
Ultimo venerdì: commenti sui risultati del sondaggio

3 novembre sondaggio del mese: se avessi la bacchetta magica, del mio corpo cambierei…?
10 novembre post sui trattamenti del salone che aprirà
17 novembre post per ottenere un coupon lasciando la propria mail (link al sito)
24 novembre risposte del sondaggio: la top 5 delle cose che vorremmo cambiare

come si fa un calendario editoriale

Il calendario editoriale è costituito da parti più istituzionali (sito web), più coinvolgenti (Facebook) e più accattivanti (Instagram) in modo da stimolare diversi aspetti degli utenti e viene modulato di mese in mese a seconda delle esigenze.

Prima dell’apertura possiamo immaginare una landing page bollente anche per il sito web e un’attività su Facebook quasi raddoppiata.

Seguiranno poi gli aggiustamenti nella frequenza delle pubblicazioni anche a seguito del monitoraggio dei risultati, ed è importante che le performance del calendario editoriale vengano misurate (ad esempio: quanti hanno lasciato la mail per ottenere il coupon? Quanti coupon sono stati presentati presso il salone? Come ci hanno conosciuto le persone che si sono recate nel salone per richiedere trattamenti e informazioni?)

Quando creiamo un calendario editoriale ci conformiamo al piano editoriale, che a sua volta deriva dalla strategia di marketing più ampia.

Nell’esempio, avevamo un’azienda che si muoveva in un momento particolare derivante dai suoi step di sviluppo interno (attesa, inaugurazione, fidelizzazione) ma esistono calendari mondiali e internazionali più ampi che possono riguardare le aziende a livello globale.

Le festività e le giornate mondiali ne sono degli esempi.

E se novembre sembra un mese un po’ smorto, ecco invece quante idee e appuntamenti globali troviamo lungo il mese, dalla consapevolezza alla salute, dagli appuntamenti scanzonati fino all’appuntamento più hot del marketing: IL BLACK FRIDAY!

Buona consultazione e alla prossima!

01 novembre: Festa di Ognissanti
01 novembre: World Vegan Day
02 novembre: Giornata Mondiale per porre fine all’impunità per i crimini contro i giornalisti (ONU)
04 novembre: Festa dell’Unità Italiana e delle Forze Armate
05 novembre: Giornata per la sensibilizzazione dello Tsunami (ONU)
06 novembre: Giornata Internazionale per la Prevenzione dello Sfruttamento dell’Ambiente in Tempo di Guerra e di Conflitti Armati (ONU)
08 novembre: Giornata mondiale del Guinness World Record
10 novembre: Giornata Mondiale degli Stagisti
10 novembre: Giornata Mondiale della Scienza per la Pace e lo Sviluppo (ONU)
11 novembre: Giornata dei Single
12 novembre: Giornata mondiale contro la Polmonite
13 novembre: Giornata Mondiale della Gentilezza
14 novembre: Giornata Mondiale del Diabete (ONU)
16 novembre: Giornata internazionale della tolleranza
16 novembre: Giornata Mondiale della Filosofia (3° giovedì di novembre)
17 novembre: Giornata Internazionale dello Studente
19 novembre: Giornata Mondiale del ricordo delle vittime del traffico stradale (ONU)
19 novembre: Giornata Mondiale del Gabinetto (World Toilet Day)
19 novembre: Giornata internazionale dell’uomo
20 novembre: Giornata Internazionale per i Diritti dell’infanzia e dell’adolescenza
21 novembre: Giornata Mondiale della Televisione
21 novembre: Giornata Nazionale degli Alberi
24 novembre: Black Friday
25 novembre: Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne
26 novembre: Giornata mondiale dell’olivo
27 novembre: Cyber Monday
29 novembre: Giornata Internazionale di Solidarietà con il Popolo Palestinese (ONU)
29 novembre: Giving Tuesday – la giornata mondiale del dono
30 novembre: Giornata della Memoria delle Vittime della Guerra Chimica (ONU)

Lascia un commento