SEO PADOVA NON BASTA:
LE REGOLE DELLA LOCAL SEO

Quando parliamo di local SEO intendiamo tutte le azioni di ottimizzazione nei motori di ricerca orientate a posizionare la nostra attività a livello locale: se ad esempio ho bisogno di ottimizzare il mio sito e mi trovo in provincia di Padova digiterò la query “seo padova” e tutte le agenzie che hanno siti ottimizzati per quella keyword locale appariranno nella SERP.

Molto spesso si legge che questo tipo di ottimizzazione è consigliata soprattutto alle piccole attività commerciali: questa affermazione è vera in parte.

Ogni PMI che inizia ad approcciarsi al web non può pensare di posizionarsi immediatamente a livello nazionale: è necessario iniziare per step e puntare prima al posizionamento locale.

Ottenere un posizionamento organico nella SERP locale è meno dispendioso e permette di gettare delle solide basi da cui partire per costruire una campagna con Google Ads, ad esempio, oppure per pianificare una strategia SEO a livello nazionale.

Se i nostri obbiettivi sono questi, non basterà seminare il più possibile le parole “seo padova” in giro per le pagine del nostro sito (se facciamo SEO).
Allo stesso modo, se ci occupiamo di ristorazione non sarà sufficiente utilizzare molte volte “trattorie padova”: è necessario dotarsi di un profilo Google My Business.

Infatti, secondo Google, i fattori principali per il posizionamento locale sono: rilevanza, distanza, preminenza.
Nell’ottica di fornire il miglior servizio per attrarre il maggior numero di utenti, questi tre fattori vengono combinati per restituire all’utente il miglior risultato possibile in base alla query digitata.

La rilevanza: o pertinenza, è definita dal grado di corrispondenza di una scheda local con quello che l’utente sta cercando.

La distanza: indica quanto è distante un risultato di ricerca dalla località utilizzata per la ricerca. Se cerchiamo un’agenzia SEO a Padova, i risultati evidenzieranno le agenzie rispondenti alla query “SEO Padova” e non di altre città.
Infatti, se non usiamo la parola chiave con l’aggiunta della localizzazione, Google fornirà i risultati in base ad altri fattori, come l’indirizzo IP o la localizzazione del telefono, ma potrebbero non corrispondere all’intento di ricerca dei potenziali clienti.

La preminenza: o importanza, indica quanto il nostro business è conosciuto rispetto ad altri.
Come abbiamo potuto comprendere fino ad ora, Google valuta l’importanza in base alle informazioni che trova nel web, come link, articoli, foto e video.
Anche che le recensioni e le valutazioni positive influiscono sul posizionamento di un’attività, sia a livello locale che nazionale.
Perciò, più recensioni positive otterremo dagli utenti di zona e migliore sarà il nostro posizionamento locale.

Ora che abbiamo chiarito che, sempre nel caso di una web agency di Padova, inserire “seo padova” nelle pagine come se non ci fosse un domani non basta, procediamo con un elenco dei principali metodi per una corretta Local SEO.

 

COME CREARE UNA SCHEDA GOOGLE MY BUSINESS

seo-padova

Il riquadro a destra è la presentazione del profilo di Google My Business.

Ogni attività che inizia a pianificare la propria comunicazione nel web dovrebbe creare attentamente questa scheda, che in ottica di posizionamento SEO locale diventa ancora più importante.

La compilazione della scheda di Google My Business va fatta con attenzione e cercando di valutare il più attentamente possibile questi aspetti:

– fornire una descrizione accurata della nostra attività; più informazioni daremo e più motivi gli utenti avranno per sceglierci;

– scegliere la corretta categoria di appartenenza del nostro business: questa informazione migliora le nostre possibilità di apparire nella SERP della categoria giusta;

– caricare delle belle foto della nostra attività nella giusta risoluzione: può sembrare un particolare secondario, ma è una delle prime cose che gli utenti vedranno di noi attraverso il riquadro a destra della ricerca;

– inserire gli orari corretti di apertura e chiusura dell’attività commerciale: non serve sottolineare quanto importante sia fornire queste informazioni;

– inserire il corretto indirizzo; Google verificherà l’esistenza della nostra attività e, se abbiamo fornito un indirizzo non vero, questo potrebbe compromettere la verifica del nostro profilo;

– inserire il numero di telefono e i vari contatti: anche in questo caso è necessario inserire dati precisi, sia per favorire la verifica di Google, sia per evitare telefonate o mail a vuoto da parte di potenziali clienti!

Inoltre inviteremo i nostri clienti a lasciare delle recensioni che appariranno sempre nel riquadro di Google My Business.

Cerchiamo di evitare recensioni gonfiate o costruite a tavolino: spesso l’utenza privilegia chi ha molte recensioni di ogni tipo, anche negative, rispetto a chi pensa di spiccare con quattro recensioni piene di lodi sperticate!

Se avessimo altri dubbi, Google mette a disposizione una guida per la corretta gestione del profilo My Business.

LE PAROLE CHIAVE LOCALI: COME USARE SEO PADOVA

Anche nella local SEO dovremo concentrarci sulla SEO Onpage:
cercheremo di usare il nome della città per cui vogliamo posizionarci all’interno del title tag, nelle meta description, negli header, nei tag h1 e eventuali h2, nelle immagini, nel testo e nell’url.
Inoltre creeremo, nel caso di un’offerta specifica, una “landing page” per cercare di rispondere al massimo agli intenti di ricerca di chi utilizza quella keyword specifica: se sono una web agency di Padova che fa SEO, è in questa fase che creerò una pagina ottimizzata su “SEO Padova” che cercherà di rispondere alle esigenze degli utenti che ricercano quella parola.

La bravura di un’agenzia sta nell’usare le keyword in modo naturale, senza forzarle troppo ed evitando il keywords stuffing.
Chi non si sentirebbe sopraffatto entrando nella pagina locale di una web agency riempita all’inverosimile della keyword “seo padova”?

LOCAL LINKBUILDING

Una SEO Offpage locale si nutrirà sia dei backlink che potrà generare l’iscrizione alle directory locali sia, come in quella nazionale, proponendo contenuti di qualità all’interno di blog di settore localizzati nella provincia in cui vogliamo posizionare (ad esempio, come nel caso iniziale, cercherò blog di Padova e provincia per creare dei link con la landing page ottimizzata su “SEO padova”).

MAPPA NELLA PAGINA CONTATTI

Nella pagina contatti del nostro sito web sarà utile creare un embed di Google Maps, magari attraverso l’installazione di un plug in.
Per tutti i potenziali clienti che navigano da smartphone, e sono tanti, sarà più semplice raggiungere la nostra attività commerciale.

IMPOSTAZIONI NELLE CAMPAGNE SOCIAL

Se per farci conoscere abbiamo pensato di iniziare una campagna SMM, sarà importante impostare delle località coerenti con il lavoro di SEO che stiamo svolgendo.
Una volta impostata la scheda di Google My Business, non dovremo indicare ulteriormente la località in cui vogliamo presentarci maggiormente, ma se stiamo utilizzando Facebook, ad esempio, dovremo impostare la nostra campagna attraverso Facebook Pixel per raggiungere gli utenti della località desiderata.

GLOSSARIO

Keyword stuffing: è la pratica di inserire il più possibile una determinata Keyword all’interno di una pagina per favorire il posizionamento nella SERP (ovvero il discorso che avete trovato più sopra per cui se facco SEO a Padova tenderò a riempire le pagine della keyword seo padova).
Questa tecnica è sanzionata dai motori di ricerca e limita molto l’esperienza utente: per questo motivo è sinonimo di lavoro SEO di scarsa qualità.

Landing Page: è la pagina che creeremo per una specifica query o servizio, magari a livello locale, che sarà ottimizzata per una determinata Keyword locale, se desideriamo rispondere ad un intento locale, o nazionale.

COSE DA FARE

– Impostare correttamente la scheda di Google My Business: più corrette saranno le informazioni e migliore potrà diventare il nostro posizionamento locale.

– Utilizzare le keyword locali (ad es. seo padova) : sono quelle che rispondo alle query degli utenti di quella zona, non possiamo farne a meno!

– Inserire nella pagina contatti del nostro sito la mappa della località in cui si trova la nostra attività: oltre ad aiutare i potenziali clienti a trovarci aiuteremo Google a collocarci nella SERP della località giusta!

COSE DA NON FARE

– Omettere informazioni o sbagliare ad inserire i nostri dati nella scheda di Google My Business!

– Ripetere troppe volte le keyword: Google non apprezza, i clienti nemmeno, usiamole con criterio!

se desideri una consulenza per migliorare
il posizionamento su google del tuo sito,
seo padova sono le parole giuste per trovarci!